fbpx
  • English

ARTINCIRCO FESTIVAL

Festival Internazionale di Circo Contemporaneo e Arti Performative

“Vorrei raccontarti di quanto sono stata felice in questi giorni. Delle emozioni che mi ha dato questo Festival, delle lacrime dal tanto ridere e di quelle di commozione. Uscire dal mio piccolo mondo fatto di certezze, orari, regole e vestiti puliti. E trovarmi in un sogno, dove nessuno guarda se hai le scarpe lucide o infangate, se hai peli di gatto sulla giacca o le unghie rovinate. Qui le persone ti guardano negli occhi, vedono solo quello che c’è dietro, non ti giudicano se non sei perfetta. Vorrei raccontarti degli artisti che ho conosciuto solo per poche ore, ma che quando sono partiti ci siamo salutati come vecchi amici, che forse non rivedremo mai più, ma ricorderemo sempre, perchè hanno lasciato il segno. Li guardavo saltare e fare acrobazie con lo stupore di una bambina. E chissà se quella bambina avesse avuto l’opportunità cosa avrebbe fatto… E poi volevo raccontarti di quanto mi sono divertita a partecipare nel mio piccolo alla parte che riguarda lo staff, portando volontari (Angelo, Eugenia, Sara) procurando il registratore di cassa gratuito, tenendo la prevendita dei biglietti in negozio, facendo da sponsor, e rendendomi utile in cucina, ai laboratori del mattino, o solo a strappare biglietti all’entrata del circo. Poi sono passati 12 giorni e puff…tutto finito. Si ritorna alla realtá, alle lavatrici, ai colloqui con gli insegnanti, al commercialista e alle scarpe pulite. Il tendone smontato non l’ho ancora visto e non vorrei vederlo, un po’ di malinconia mi bagna gli occhi, mi piace sognare di mollare tutto e cambiare vita, ma mi risveglio in fretta, devo chiamare il giardiniere a potare le siepi del giardino. Già, il giardiniere che al festival era il pizzaiolo”.
Grazie a tutti i volontari, agli artisti, ai sostenitori e amici che rendono possibile ARTinCIRCO FESTIVAL.

LO AMIAMO…LO SOSTENIAMO!

Comprando il l’Abbonamento contribuirete a mantenere la qualità e la varietà della programmazione proposta!

Sosteniamo la Cultura per tutti: ARTinCIRCO FESTIVAL propone al suo pubblico, sempre più numeroso, un appuntamento con giochi, laboratori, concerti e spettacoli dal vivo di livello internazionale.

Come Sostenere il Festival

Bonifico Bancario

  • CAUSALE: Erogazione liberale
  • IBAN: IT16 H030 6909 6061 0000 0150 034
  • INTESTATO A: ARTinCIRCO A.P.S.S.D.

Per le Attività Commerciali

Erogazione liberale alla nostra A.P.S. deducendo il 10% del reddito complessivo delle erogazioni liberali dichiarate.

Acquisto in prevendita di slot biglietti scontati degli spettacoli per i dipendenti dell’azienda.

Per le Persone Fisiche

Erogazione liberale alla nostra A.P.S. deducendo l’intera donazione dall’IRPEF, fino al 19%.

Un luogo da vivere

Realizzato nella cittadina di Ozzano dell’Emilia, ai piedi delle Colline del Parco naturale dei Gessi e dei Calanchi della Badessa, ARTinCIRCO FESTIVAL accoglie spettatori da tutta la provincia e non solo. ARTinCIRCO FESTIVAL è un Festival Internazionale di Circo Contemporaneo a misura d’uomo, con una programmazione ricca ma non troppo, che evita il “supermercato culturale” e dove non ci sono spettacoli in contemporanea. Attraverso il suo ambiente conviviale, le sue decorazioni fatte a mano, il cibo bio e locale, con la magia del Circo a far da sfondo, ARTinCIRCO FESTIVAL è l’occasione di passare il fine settimana alla scoperta di giochi, meraviglia, musica e relax: una pausa all’aria aperta dal nostro mondo frenetico.

Mission

Crediamo nel circo contemporaneo come forma d’arte universale, che unisce linguaggi diversi e persone molto diverse per età, estrazione sociale e provenienza, assumendo una forte valenza come strumento d’integrazione sociale. Il progetto nasce dalla necessità di condividere e diffondere la nostra esperienza artistica, educativa e di formazione del pubblico nell’ambito del Circo Contemporaneo. ARTinCIRCO vuole essere un Festival Internazionale di Circo Contemporaneo e delle Arti Performative che si propone di ospitare al suo interno diverse iniziative di interesse culturale, rivolte a tutte le fasce d’età. Una festa delle arti che avvicina il pubblico allo spettacolo dal vivo e alla poeticità dell’azione teatrale e circense, diventando un momento di incontro e condivisione. Un festival rivolto non solo agli ozzanesi ma anche al pubblico dei comuni limitrofi e di Bologna per l’originalità e la specificità della programmazione proposta e per il coinvolgimento delle scuole. Oggi i tempi ci sembrano maturi per proporre un progetto volto alla formazione del pubblico che vuole essere un luogo di conoscenza, di incontro, integrazione, di sogni e sorrisi.

Il Circo Contemporaneo

Nell’immaginario collettivo il circo è rappresentato dagli acrobati che volteggiano a metri da terra, dai clown sulla pista, dal domatore con i suoi animali. Pochi sanno che il circo, dalla seconda metà del 1900 ha avuto una vera e propria svolta contemporanea, avvicinandosi al mondo del teatro. Combinando le sue discipline più classiche e ricche di magia alla musica, danza, mimo, teatro e arti figurative, il Circo Contemporaneo è diventato una forma d’arte veicolo di contenuto, di significato poetico, di forti emozioni e di ricerca di nuove forme espressive.

La direzione artistica

La Compagnia Nando e Maila riconosciuta come impresa di produzione di circo contemporaneo dal MiBAC, si occupa della direzione artistica di Festival e Rassegne promuovendo l’espressione artistica, il teatro, la musica, la danza, con un particolare focus sul circo contemporaneo. L’obiettivo è quello di valorizzare le arti performative e la fusione dei linguaggi anche in luoghi inediti sostenendo la cultura del territorio e la formazione del pubblico.

L’Albero del Racconto

INCONTRO CON L’ARTISTA: All’ombra di un grande albero il pubblico è invitato a incontrare e conoscere gli artisti che si esibiscono durante il Festival. Un momento informale per chiacchierare, confrontarsi e scoprire storie e curiosità dietro le quinte.

LETTURE ANIMATE: Leggere è bello, facciamolo insieme sotto l’albero! Storie e cantastorie per viaggiare con la fantasia sulle pagine dei libri.

Book Crossing

Leggere rende l’attesa più piacevole: accanto alla biglietteria troverete l’angolo del Book Crossing dove scambiare libri e passare un momento di lettura da soli o in compagnia. L’iniziativa è sostenuta dalla Biblioteca Comunale di Ozzano dell’Emilia.

Sostieni uno stile di vita attivo per migliorare la qualità della vita di tutti.

 

– Passa una giornata all’aria aperta con il Festival e vieni in bici: usa le nuove piste ciclabili per raggiungerci. Puoi contare sui parcheggi per le bici che troverai di fronte al Municipio.

– Puoi arrivare in treno alla stazione di Ozzano dell’Emilia e fare una passeggiata di 10 minuti nel verde per raggiungere il festival.

– Ozzano dell’Emilia è servita da Autobus di linea: Linea 101, 94 e in tarda serata dalla Linea 19. La fermata si chiama Ozzano ed è a 50 m. dal festival.

Un festival eco-responsabile

Il Festival è anche un luogo dove condividere gli interrogativi sull’avvenire ecologico e sociale del nostro pianeta. È questo spirito che nutre ogni riflessione, scelta e atto, non sempre facile, nell’organizzazione del Festival. Sin dal primo giorno di programmazione facciamo una scelta che ci permetta di adottare uno spirito sensibile nei confronti dell’ambiente in relazione alle dimensioni della manifestazione. Per questo motivo i piatti, i bicchieri, le posate e i tovaglioli forniti dal Festival sono in PLA (Acido Polilattico) che è un’innovativa bioplastica. E’ un materiale derivato dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola, canna da zucchero e altri materiali naturali e rinnovabili e non derivati dal petrolio (a differenza della plastica tradizionale). Questa bioplastica è biodegradabile e compostabile quindi si degrada rapidamente nel terreno una volta raggiunte le condizioni di temperatura e umidità necessarie.

Le decorazioni del festival sono fatte a mano e con materiali riciclati. Il materiale pubblicitario cartaceo è stampato su carta riciclata e con colori naturali.

ARTinCIRCO FESTIVAL invita il suo pubblico ad adottare uno stile eco-sostenibile per preservare l’ambiente seguendo le indicazioni sui bidoni della raccolta differenziata:

 

Piatti, bicchieri e tovaglioli forniti dal Festival sono compostabili e vanno messi tutti nello stesso bidone!

 

Imballaggi e bottiglie di plastica.

(ATTENZIONE: i piatti e i bicchieri forniti dal Festival vanno nell’organico).

 

Carta.

(ATTENZIONE: i tovaglioli forniti dal Festival vanno nell’organico).

 

Vetro e lattine.

 

Tutto quello che non potete buttare negli altri bidoni!

 

Ad ARTinCIRCO Festival non si vendono bottiglie di plastica.

Porta la tua borraccia che puoi riempire gratutiamente alla sorgente urbana installata per il festival da HERA.

Cibo Bio

 

Fin dalla sua nascita, l’associazione ARTINCIRCO promuove stili di vita semplici e virtuosi, che valorizzino il rapporto con il territorio in cui si vive quotidianamente. Da sempre siamo sostenitori del cibo a km zero e dell’agricoltura biologica. Per questo motivo abbiamo scelto di sostenere e di offrire al pubblico un servizio di ristorazione biologico, che utilizzi le materie prime presenti sulle nostre campagne, esaltandone la ricchezza e la varietà.

ARTinCIRCO TUTTO L’ANNO

 

Al di là del Festival l’Associazione ARTinCIRCO sviluppa un progetto culturale sull’Unione dei Comuni Savena-Idice ed in particolare sul Comune di Ozzano attorno a tre tematiche:

  • Formazione: ARTinCIRCO propone da sette anni corsi di circo ludico-educativo presso le palestre Minghetti di Ozzano dell’Emilia da ottobre a maggio.
  • Per il sociale: in partenariato con i servizi sociali del Comune di Ozzano dell’Emilia, ARTinCIRCO mette a disposizione corsi gratuiti annuali di circo ludico-educativo per i ragazzi di famiglie meno abbienti.
  • Per le scuole: in partenariato con l’Istituto Comprensivo di Ozzano dell’Emilia, ARTinCIRCO accompagna una classe delle primarie durante tutto il quinquennio attraverso un percorso di formazione sul lungo periodo che propone il circo ludico quale sport non competitivo per sviluppare le capacità psico-motorie dei ragazzi.